“chi altro non vuole più avere dubbi sulla reale esistenza della sua anima gemella e farsi trovare pronto all’appuntamento con lei?” - (2a parte)

Incontrare l’anima gemella per davvero non è per tutti

FELICI IN AMORE nasce il 4 marzo del 2013 dal desiderio di voler fare luce su un’esigenza di molti: diventare davvero Felici in Amore.

sarà la mia anima gemella?Qual è il senso di una vita vissuta senza Amore o soffrendo per Amore e basta?

Come può arricchirsi l’Esistenza di un Essere Umano senza incontrare l’altro nella complessità della sua diversità, senza poter toccare le sue corde più sottili, dove c’è il suo mare, così vasto, trasportato di vita in vita, quasi a voler essere colmato da pura Energia come quella di un Amore condiviso nella gioia piuttosto che nel dolore?

Felici in Amore vuole essere un luogo di incontro di Anime pure, che hanno compreso quanto sia inutile continuare a ricalcare se stessi nella solitudine, nel ricordo di un Amore oramai finito o che non si può possedere.

Felici in Amore vuole favorire la consapevolezza che per incontrare un’Anima veramente Gemella sono necessari diversi ingredienti, tra i quali:

  • aver perdonato il passato di qualsiasi natura
  • avere perdonato se stessi per qualsiasi cosa pensata o agita
  • non avere paura di amare
  • aver affilato così tanto la propria lama da essere oramai consapevoli che solo attraverso una purezza interiore di intenti sarà possibile maturare esperienze sentimentali migliori

Su questa base di partenza sarà più semplice costruire qualsiasi relazione amorosa e attrarre buona fortuna.

Poche persone oggi lo sono così… fortunate.

Felici in Amore nasce con lo scopo che ce ne siano sempre di più.

La maggior parte delle persone trascorre la vita passando da una relazione all’altra credendo ogni volta di avere incontrato l’Anima Gemella. Ma una volta esauriti i bollori della passione e dell’attrazione fulminante, si apre qualcosa di nuovo, si apre la verità dell’altro. Improvvisamente crollano i castelli in aria e vengono alla luce le due vite con tutto il bagaglio pregresso di anni, anche secoli di cammino lungo i sentieri dell’Esistenza.

Se in quell’istante non siamo pronti ad accogliere l’altro, ad aprirgli il nostro cuore, ad abbracciare ciò che porta con sé come se fosse anche il nostro, ecco allora che nascono le delusioni dovute all’illusione di ciò che è stato solo proiettato sull’altro, senza alcuna visione lucida. L’altro diventa così il nemico, il terreno sul quale proiettare le frustrazioni, il dolore, l’amarezza, la rabbia. Poi si aprono le ferite che credevamo di avere risolto e cicatrizzato, vivendo la relazione come se fossimo sulle sabbie mobili, ogni giorno sempre più insicuri e insoddisfatti.

Felici in Amore vuole essere l’inizio di un’esperienza diversa e di crescita rispetto alle dinamiche di ognuno.

Il blog di Felici in Amore non è quindi un luogo di incontro per persone sfiduciate e depresse dall’Amore, ma un luogo di scambio di esperienze per tutte quelle persone che magari pur essendolo, sfiduciate e depresse, hanno capito che solo cambiando qualcosa di sé possono accedere a nuovi e migliori incontri.

Cristina Bastoni

Se questo post ti è stato utile lasciami un tuo commento qui sotto.

Leggo e rispondo volentieri (appena mi è possibile) a tutti i commenti al mio blog!

Se pensi possa essere utile ai tuoi amici condividilo anche con loro. Grazie!

15 commenti
  1. Anna
    Anna dice:

    Cara Cristina! ho letto tutti i tuoi articoli sul tema dell’anima gemella. Li trovo molto utili e interessanti, Ti ringrazio per avermeli inviati. Vorrei raccontarti brevemente una mia storia e poi porti una domanda. Circa l’anno scorso una notte feci un sogno…dove mi appare un angelo che mi sussurra nell’orecchio come sarà la mia anima gemella. Non ricordo bene la descrizione che mi disse…ma ricordo l’immagine che mi ero fatto in mente in merito alle sue parole. Dopo circa un mese incontro un ragazzo di cui mi innamoro perdutamente….e lui sembra ricambiare. E’ stato il mio primo amore…o meglio credevo. Difatti x molti aspetti di vita e di carattere e combinazioni varie…lui sembrava essere proprio la mia anime gemella. Forse quella che mi aveva preannunciato l’angelo. Con lui ho provato più meno tutte quelle sensazioni che si dovrebbe provare quando si incontra l’anima gemella. Purtroppo dopo solo 5 mesi..lui mi molla…x un banale litigio. E qui che mi cade il mondo addosso! Sento che mi ero illusa profondamente..perchè se lui fosse stato davvero la mia anima gemella…o per lo meno mi avesse amata come credevo…ovvio che non se ne sarebbe andato via da me…tra l’altro dicendomi cose brutte che nemmeno meritavo. Ora dopo circa un anno sono sempre alla ricerca della VERA ANIMA GEMELLA! Ho provato a conoscere altri ragazzi…ma niente di che. Ora ti chiedo cara Cristina…cosa ne pensi della mia ex storia?…e che metodi di mentalità posso utilizzare a mio favore x l’incontro delle mia vera anime gemella? Che livello di spiritualità devo raggiungere? Un abbraccio, grazie.

    Rispondi
    • cristina
      cristina dice:

      Ciao Anna,
      Ti ringrazio per l’interesse agli articoli che pubblico sul blog di Felici in Amore!
      Trovo molto positivo che un Angelo ti sia apparso in sogno sussurrandoti all’orecchio come sarebbe stata la tua Anima Gemella come se ti volesse annunciare o avvisare che l’incontro con lei è previsto in questa tua attuale esistenza.
      Quello che non sai è quando questo incontro avverrà…
      Riguardo alla tua ex storia, penso che il ragazzo che hai incontrato dopo ca. un mese dall’apparizione dell’Angelo è molto probabilmente un’Anima a te gemella, ma che ancora ti porta qualche aspetto di te da migliorare.
      Come mai ti ha mollato solo dopo 5 mesi per un banale litigio?”
      Ti sei già chiesta che cos’è che non gli è piaciuto di te in quel litigio da mollarti?
      A volte in una relazione capita che ciò che è banale per noi, per l’altro non lo sia affatto.
      Il fatto di comprendere il motivo profondo che ha fatto scatenare quel litigio e la sua reazione di mollarti è ciò su cui riflettere.
      E’ dipeso da lui o da qualcosa in te di cui non ti accorgi, ma che fai, che sei inconsapevolmente?
      Ti invito a esaminare questi aspetti in quanto è proprio individuando le cause per cui qualcuno ci lascia e prendendoci la responsabilità di migliorare qualcosa di noi nel profondo, che possiamo evolvere fino ad incontrare quell’essere così unico e speciale come un’Anima Gemella “compatibile”, cioè che riflette pienamente gli aspetti di noi evoluti grazie alla nostra crescita personale.
      Se hai già scaricato lo Special Report “I 10 segreti per incontrare davvero l’Anima Gemella” nella Home di questo sito e se non l’hai ancora fatto, ti suggerisco di leggere e fare gli esercizi da pag. 14 a pag. 16, dove descrivo come riconoscere un’anima gemella compatibile con te da una non compatibile.
      La mentalità con la quale ti consiglio di procedere verso l’incontro con la tua Anima Gemella compatibile è quella di ricercare nei ragazzi che incontri e ti attraggono lo specchio di te relativamente a tutti gli aspetti di te che sono da migliorare, risolvere, sciogliere, evolvere.
      La tua Anima Gemella compatibile ti aspetta “al varco” di questo tuo cammino, proprio perché tra gli attributi di un’Unione “perfetta” con l’altro, alla base, c’è la capacità di mettersi in discussione e migliorare qualcosa di sé ogni giorno in Amore.
      Cristina

      Rispondi
  2. Anna
    Anna dice:

    Cara Cristina ti ringrazio del consiglio! Dunque ci tengo a precisare che io a questo ragazzo lo amato tanto e seriamente, li lasciavo i suoi spazi, non gli imponevo niente, lo riempivo di attenzioni, parlavamo tanto..anche di cose spirituali…e su tante cose si andava d’accordo, si pensava allo stesso modo. Ecco perchè lo ritenevo essere la mia anima gemella. Molto spesso ce lo dicevamo insieme.. Lui riteneva che io lo completavo, ero la sua metà. Il banale litigio è successo x una piccola stupidaggine di gelosia! era capitato nel corso di 5 mesi di discutere un pò su questo argomento…ma senza situazioni davvero gravi…anzi un pò di gelosia ci sta pure bene in rapporto. Cmq sta di fatto che un giorno vidi fare amicizia con due ragazze su facebook. Questa cosa mi diede un pò fastidio..glielo dissi..e litigammo, e in merito alla lite lui mi disse addio x via del mio carattere “possessivo” . Dopo ho cercato di rimediare, chiedere scusa, aspettare i suoi tempi e persino detto di tornare insieme. Ma lui fu rimovibile sulla sua decisione. Ora io mi chiedo..posso anche aver sbagliato…è capitato anche a lui di aver avuto delle sue mancanza…però in amore ci si perdona, si discute, ci si comprende dove sbagliamo e si va avanti…nel bene e nel male. Questo non è successo purtroppo!
    Si Cristina il tuo “Special Report dell’anima gemella l’ho letto tutto e preso appunti! 🙂
    Grazie!

    Rispondi
    • cristina
      cristina dice:

      Ciao Anna,
      Grazie per aver condiviso con me alcuni dettagli per farmi comprendere meglio quanto ti è successo.
      Sono d’accordo con te sul fatto che in amore ci si possa perdonare. Ma se lui non se l’è sentita di tornare insieme a te dopo che hai cercato di rimediare, chiedere scusa, aspettare i suoi tempi, va rispettato. Resta il fatto che lui ti ha detto addio per via del tuo carattere “possessivo”.
      Questo è l’aspetto in te da migliorare, se vuoi. In un’Unione con un’Anima Gemella (monogama) è necessario avere fiducia al 100% che l’altro non ci tradirà con nessun’altra/o e se chiede amicizia o ha amicizie, anche femminili, tu sei la persona importante con la quale vuole stare. Tra due Anime Gemelle non c’è gelosia perchè ognuno sente di essere unico e speciale per l’altra. L’idea del possesso viene completamente superata dalla consapevolezza che ognuno dei due è libero di stare con l’altro per scelta.

      Rispondi
    • Roberta
      Roberta dice:

      Cara Anna,come ti capisco! Eravamo ad un passo dal fidanzarci dopo 7 mesi di distanza abitando in due citta’ diverse, la relazione sembrava decollare. Il problema era una mia relazione che volgeva al termine quando ci siamo incontrati la prima volta. Chiuderla e’ stato abbastanza traumatico per me dopo tre anni intensi. Ma l’Amore (per me A maiuscola) come mai provato prima dal profondo dell’ Anima mi fa sentire (e tutt’oggi nel mio Cuore lo sento ancora) che siamo fatti l’uno per l’altra. Alla fine torno single e finalmente possiamo costruire una relazione se non fosse che, uno choc per me, ora che potevamo vederci, sentirci liberamente, uscire come tanto desiderato da entrambi, lui mi detta condizioni assurde. Da vero egocentrico narcisista come si e’ rivelato mi cambia improvvisamente personalita’ e mi dice: “va bene ci sentiremo quando possibile… a giorni” Era lunedi’ e mi accennava a sabato. Sei giorni di nemmeno una buonanotte? Allorche’ ho obiettato. Sono uscite dalla sua bocca le scuse piu’ assurde. Voleva “l’Amore elastico, senza programmazioni, nessuna imposizione, nessuna programmazione per non uccidere la spontaneita’…”. Per me una doccia fredda e sentirmi pure dire (da lui che ha avuto pure dipendenze con droga e alcool, forse superate ma non ne sono così sicura) che ero troppo dipendente affettiva. Per una buonanotte? La tua storia mi ha riportato al mio incubo… si lascia una persona per lo schifo che c’è sui social e confermo, ci rende forzatamente insicure a causa dell’ altrui comprovata farfallonaggine? La verita’ è che non eravamo la loro prima scelta. Io ho pensato anche ad un’altra ma non indago perche’ nulla mi potrebbe comunque consolare dell’enorme solenne colossale fregatura che ho preso. Dovrei chiamarla esperienza eppure non ci riesco. Soffro tanto e ti capisco.

      Rispondi
  3. Simone
    Simone dice:

    Ciao,

    Ho letto il tuo blog ed il tuo sito. Io ho 35 anni e non ho mai avuto nessun rapporto/storia/esperienza con una ragazza/donna.
    Secondo te cosa non funziona?

    Rispondi
    • cristina
      cristina dice:

      Ciao Simone,
      Grazie per avermi contattato.
      Alla tua domanda ci possono essere diverse possibili risposte, che non mi è possibile darti senza che tu mi abbia dato qualche indicazione sul tuo vissuto personale, se te la senti.
      Cosa ti è successo che ha fatto sì che tu non abbia mai avuto nessun rapporto/storia/esperienza con una ragazza/donna?
      Ciao a presto,
      Cristina Bastoni

      Rispondi
      • simone
        simone dice:

        Di preciso cosa abbia causato ciò non lo so.
        Non ho mai avuto grandi rapporti col mondo femminile.
        Attorno ai 20 anni ho detto ad una ragazza che mi piaceva, tramite sms per timidezza. Lei ha rifiutato e col tempo ho scoperto perché mi ritiene non interessante.
        Non sono bello fisicamente e percepisco nettamente che, appena si interfacciano con me o mi avvicinano, le donne scattano sulla difensiva o mi evitano proprio.
        Non ho nessuna spinta a mettermi in gioco, in quanto penso di non avere chanches anche se so che non è del tutto vero; tuttavia non mi va di far nulla.
        Alla fine, avendo già 35 anni, lascerei comodamente perdere. Però ogni tanto ritorna il desiderio di…….

        Rispondi
    • ros
      ros dice:

      ciao simone ho letto sul blog di cristina la tua domanda e mi permetto di darti un suggerimento. hai mai pensato che il fatto d non avere una relazione possa dipendere da come tu ti poni nei cinfronti dell’universo femminile? tu ti definisci non bello e poco attraente… ma se tu x primo non hai stima di te stesso e non t piaci come puoi pensare d piacere a una ragazza? lo sai che gli altri sono uno specchio d ciò che noi siamo ma soprattutto d ciò che noi pensiamo??? io ho fatto un grande lavoro su me stessa x arrivare ad avere questa consapevolezza ed oggi posso dirti con tutto il cuore che tutto parte da noi. cambio ciò che pensi d te comincia a volerti più bene. vedrai che la realtà intorno a te cambierà.

      Rispondi
      • cristina
        cristina dice:

        Grazie Ros di cuore per il tuo contributo e per avermi fatto accorgere col tuo commento che non avevo ancora risposto a Simone!

        Rispondi
    • cristina
      cristina dice:

      Ciao Simone,
      Scusami se non ti ho ancora risposto.
      E’ probabile che ci sia stato un problema tecnico nel programma del blog…
      Mi sono accorta che la tua risposta era rimasta inevasa solo quando ros ti ha risposto oggi!
      Capisco il tuo sentire nel non avere nessuna spinta a metterti in gioco, visto quanto ti accade con le donne.
      Quando si è scoraggiati non c’è la forza di reagire.
      Quindi se posso darti un consiglio di “crescita personale” nello spirito di questo sito, prima andresti aiutato a ritrovare il sorriso e la forza di reagire a un destino che sembra non essere il tuo, cioè non quello di non avere rapporti col mondo femminile ma di averne, di rapporti.
      In seguito c’è il lavoro sull’autostima.
      Non essere belli fisicamente non significa essere automaticamente non interessanti da essere evitati.
      Vanno risolti schemi depotenzianti a livello inconscio di questo tipo (usando le tue parole):
      “io non sono interessante”
      “io non sono bello fisicamente”
      “le donne con me scattano sulla difensiva o mi evitano proprio”
      “non ho chanches con le donne”
      in:
      “io sono interessante”
      “io sono bello anche fisicamente”
      “le donne si sentono al sicuro con me e mi si avvicinano”
      “Io ho chanches con le donne”.
      Questi programmi o schemi possono essere risolti col lavoro di “scavo” del Theta Healing, metodo olistico per cambiare le convinzioni, co-creare la realtà che si desidera, manifestare in linea con i propri desideri.
      Se rispondi a questo commento e non ti dovessi rispondere nel giro di qualche giorno, ti sarò grata se potrai avvisarmi su [email protected]. Grazie 🙂

      Rispondi
      • Simone
        Simone dice:

        La mia è una conclusione alla quale sono arrivato dopo anni di osservazione della realtà. Nella vita di tutti i giorni sono un laureato in economia ed abilitato dottore commercialista; con le ragazze che conosco, e che mi conoscono un po, amiche o colleghe, riesco a star bene, a conversare ed a farle ridere. Ovviamente tutte già impegnate :p Che siano i miei pensieri sabotanti? Può darsi… Ma onestamente dubito che ciò che penso io possa cambiare il corso delle cose.

        Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *