"creare l'abitudine ad amare se stessi e l'altro è l'unica via possibile per trasformare la rabbia"

Come fare quando è la rabbia a ostacolare lo sviluppo di una buona relazione sentimentale – (1a parte)

"la rabbia rende la propria vita sentimentale un'inferno e una valle di lacrime"Hai mai pensato a come cambierebbe una relazione con un partner se solo decidessi di non essere più così arrabbiato/a con l’altro sesso?

Ti sei già reso/a conto di come non esista un sentimento distruttivo più forte della rabbia che una donna o un uomo possano provare l’uno contro l’altro?

La rabbia:

  • tira fuori il peggio di te
  • ti allontana dall’incontro con l’altro
  • sopprime le occasioni fortunate della vita
  • ti fa perdere le staffe
  • ti spinge a proiettare una luce nera sull’altro
  • attizza al litigio, alla rivalsa, alla vendetta
  • provoca il rifiuto
  • ti fa rimanere solo/a

Secondo alcuni studi in ambito psicologico, se la rabbia è repressa, rischia di ritorcersi contro di noi con attacchi depressivi, alimentando un senso d’inferiorità. Quando la mente non riesce più a gestirne i conflitti, il corpo ne soffre. Numerose affezioni psicosomatiche come mal di schiena, ulcere, psoriasi possono essere legate al soffocamento della collera.

La rabbia trattenuta può inoltre esplodere in momenti inopportuni, spesso verso persone e situazioni che hanno poco a che fare con la causa originale della rabbia che ribolle dentro la persona che ne soffre, ed è anche più probabile prendersela facilmente con chi è più debole di noi o per sentire un minimo di senso di potere. Un atteggiamento questo, tipico delle bestie: temere il più forte e sopraffare il più debole, quando invece, l’essere umano, a differenza degli animali, può dominare i suoi istinti.

Storicamente la rabbia è un’espressione maschile primordiale, legata alla lotta per il territorio, alla conquista. Essa tira fuori il coraggio per affrontare il nemico, le carestie, le pestilenze e le intemperie.

Oggi, quando la rabbia prevale in una donna, la rende difficilmente affrontabile agli occhi di un uomo. Un uomo evoluto, anche spiritualmente, potrebbe sentirsi naturalmente attratto dall’amore, dall’abbraccio e dall’accoglienza di una donna “risolta”, ma sentirsi completamente inutile e abbandonare il campo di gioco se lei persiste nel non cambiare nulla di sé per incontrarlo in amore.

Quando la rabbia è maschile, diventa facilmente violenza. La rabbia maschile colpisce usando la forza fisica o mentale per il dominio oppure attua processi e strategie per togliere qualsiasi potere all’oggetto della propria rabbia. Una donna evoluta, anche spiritualmente, dovrà avere il coraggio di riconoscere in quell’incontro una parte di sé ancora da trasformare per darsi la possibilità di vivere, nel corso della sua evoluzione, una relazione serena con un uomo dal cuore gentile.

Se userai le strategie che ti spiegherò nel prossimo articolo, acquisirai degli strumenti per:

  1. evitare che la rabbia continui a frapporsi tra te e il tuo desiderio di realizzazione sentimentale
  2. come rilasciare la rabbia con il Counseling Olistico.

Cristina Bastoni

Se questo post ti è stato utile lasciami un tuo commento qui sotto.

Leggo e rispondo volentieri (appena mi è possibile) a tutti i commenti al mio blog!

Se pensi possa essere utile ai tuoi amici condividilo anche con loro. Grazie!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *