Come guarire le ferite dell'anima

Come guarire le ferite dell’anima quando impediscono di stare con un’anima gemella: la dipendenza affettiva – (2a parte)

il rifiuto, l'abbandono e la privazione nell'incontro con l'altro/aContinuo a rispondere alla richiesta di Lara, di 32 anni, di Rimini.

Riepilogo qui di seguito la sua richiesta:
“desidero ricevere dei consigli su come risolvere una delle mie più grandi frustrazioni nel trovare l’anima gemella: la paura di essere abbandonata. Questa paura mi porta a non riuscire ad avere fiducia di nessun partner col quale cerco di mantenere una relazione sentimentale. Alla fine succede che il partner mi delude, in particolare quando alle tante parole non seguono i fatti. Io così comincio a sentire che mi manca qualcosa e inizio a pensare male di lui. A forza di sommare esperienze di questo tipo con uomini verso i quali provo una profonda attrazione, ora mi accorgo di non riuscire neanche più a innamorarmi e vivo il profondo conflitto di non sapere più cosa voglio.

Nella prima parte di quest’articolo, rispondendo a Lara, ho trattato tre ferite dell’anima: abbandono, rifiuto e privazione e di come con la Floriterapia Australiana possiamo intervenire per favorire un sentire migliore liberandoci in particolare da schemi di pensiero negativi, convinzioni e traumi legati al vissuto famigliare che possono ritardare la “cicatrizzazione delle ferite”.

Oggi voglio parlarvi di come le ferite dell’anima irrisolte come quella dell’abbandono, del rifiuto e della privazione, siano la possibile causa dell’insorgenza della dipendenza affettiva.

Chi soffre di dipendenza affettiva vive con una sensazione di vuoto interiore da colmare con:

  • la richiesta quasi costante di attenzione
  • dimostrazioni frequenti di amore e di affetto
  • presenza fisica e mentale del partner
  • grande bisogno di considerazione 

Sente anche di avere bisogno costantemente e in maniera esagerata di:

  • essere amato
  • essere considerato
  • essere ascoltato
  • essere cercato
  • essere accudito 

Sono le persone che, per esempio, se inviano un sms all’amato ora, vorrebbero ricevere una risposta immediata o se lo chiamano al telefono vorrebbero che rispondesse subito, anche se in quel momento non può.

Nel tempo che intercorre tra la richiesta di amore, attenzione, ascolto e il momento in cui l’altro risponde, si prova dolore fisico e/o mentale e/o emozionale.

Sono tutti quei casi in cui, se il partner non risponde nei tempi e nei modi desiderati, la mente comincia a raccontarsi una serie di fantasie emettendo giudizi e raccontandosi storie, oppure si potrebbe anche solo avvertire un forte dolore al petto o all’altezza dello stomaco. A volte non si ritiene sia così importante confrontarsi con l’altro con sincerità esprimendo il proprio sentire, ma si preferisce più che altro costruire un castello di pensieri negativi. Quando si arriva al confronto dopo aver macinato tali pensieri, ci si potrebbe comportare facilmente da persone offese, risentite, arrabbiate.

Non si potrà mai costruire nessuna relazione positiva con l’altro se ci sentiamo offesi, risentiti e arrabbiati con lui. 

Il partner, in un rapporto con una persona che soffre di dipendenza affettiva, tenderà a:

  • sentirsi soffocato
  • non capito
  • non ascoltato
  • non compreso
  • non amato per quello che è 

Il risultato inevitabile di una relazione amorosa basata sulla dipendenza affettiva sarà il lasciare o l’essere lasciati. Ne conseguirà un aumento del vuoto e del dolore di chi resta col problema aperto e irrisolto fino a che non ne giungerà a consapevolezza.

Possiamo identificare la predisposizione a soffrire di dipendenza affettiva decifrando la data di nascita con la Numerologia.

Chi ha 1-5-9 nella sua data di nascita, potrebbe essere una persona dotata di grande forza di volontà ed essere molto determinata nella realizzazione dei propri obiettivi, solo che quando non ottiene ciò che vuole, potrebbe sentirsi facilmente frustrata.

La frustrazione la porta a:

  • credere di non farcela
  • non sentirsi all’altezza
  • a pensare che gli altri ce la fanno e lei no
  • non sapere più cosa si vuole
  • vittimizzarsi
  • credere di non riuscire più ad innamorarsi di nuovo 

Con 1-5 e due o più 9 nella data di nascita (ad esempio 1-5-99 o 1-5-999)

  • tende a idealizzare il partner
  • potrebbe proiettare su di lui ciò che vorrebbe che lui fosse per renderla felice
  • ama dare prima ancora di ricevere nella relazione con lui rimanendo facilmente delusa se non ottiene in cambio ciò che desidera. 

Oppure se a causa di più numeri 1 con un 5 e un 9 nella data di nascita (ad esempio 111-5-9) è molto concentrata su se stessa e non tiene per niente in considerazione il fatto che il partner possa essere dotato di un suo libero arbitrio in base al suo sentire, al suo vissuto, a come e cosa sta vivendo.

Una persona con più di un 5, un numero 1 e un 9 (ad esempio 1-55-9) nella sua data di nascita potrebbe essere predisposta a percepire molto intensamente tutte le emozioni che prova e a sentire una forte tensione o soffrire di malesseri nell’area del ventre. Sono quelle persone che avvertono la presenza delle ferite dell’anima più che altro a livello fisico e soffrono di dipendenza affettiva fino ad ammalarsene.

In questi casi nella Floriterapia Australiana troviamo le frequenze per:

  • risolvere la frustrazione che si prova quando ancora non si è riuscito a realizzare il desiderio di un’unione con un’anima gemella
  • ridurre l’impazienza che non permette di ascoltare il proprio intuito, facendoci comprendere che forse ci stiamo sforzando di stare con un partner incompatibile oppure non siamo sulla strada giusta verso la realizzazione del nostro desiderio di un’unione con un’ anima gemella
  • aumentare l’autostima
  • passare da un sentimento di autocommiserazione di se stessi, al sentire di avere potere personale, positività, capacità di assumersi le proprie responsabilità e presa di coscienza
  • guarire dalla delusione per aver idealizzato ed esserci aspettati di più dall’altro
  • calmare e rafforzare l’equilibrio corpo-mente provando una sensazione di benessere e rilassatezza.

Cristina Bastoni

Se questo post ti è stato utile lasciami un tuo commento qui sotto.

Leggo e rispondo volentieri (appena mi è possibile) a tutti i commenti al mio blog!

Se pensi possa essere utile ai tuoi amici condividilo anche con loro. Grazie!

4 commenti
  1. Francesca
    Francesca dice:

    Ciao, sono Francesca, ho 40 anni. Sto insieme a un uomo da diversi anni che si sta separando. La mia storia è lunga e complessa, da scrive è troppo lunga… è meglio che te la racconti a voce e sono ad un punto che non so che fare. Il mio problema principale è la mia paura di essere presa in giro e tradita ed ho poca autostima di me stessa, tutto questo è causato da un dolore forte che ho provato tanti anni fa e da una figura paterna non troppo fedele. Quindi mi chiedo se sia l’uomo giusto x me. Un altra cosa: io sono una donna che dà tutta se stessa all’uomo che ama x farlo realizzare. Mi puoi aiutare?

    Rispondi
    • cristina
      cristina dice:

      Ciao Francesca, posso valutare se posso aiutarti ascoltandoti, in modo da avere un quadro più ampio di te. A questo link del sito ( http://www.felicinamore.it/felici-in-amore-love-coaching/) trovi la possibilità di una prima consulenza gratuita di 30′ nel corso della quale ti farò delle domande e, in base alle tue risposte, potrò indicarti su cosa lavorare su di te col mio sostegno professionale. Poi, senza impegno, potrai decidere se iniziare un percorso di crescita personale insieme.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *