Non c’è vittima senza carnefice
non c’è carnefice senza vittima

Sei vittima o carnefice? Fermati un attimo, fai un bel respiro e datti una risposta.

Finchè parteciperai a questo gioco al massacro non potrai mai conoscere il “vero amore”. Potrai sognarlo, cercarlo, inseguirlo, ma non ti sarà mai data la possibilità di viverlo.

Perchè?

Perché se sei vittima o carnefice, sei cieca/o e sorda/o, pertanto non vedrai e non sentirai. Non puoi contattare nessun’altra diversa Natura, se non la tua (di vittima) e quella dell’altro (il carnefice). Vivrai all’infinito chiusa/o in una spirale senza via di uscita, di relazione in relazione.

Come fare ad uscirne?

E’ un percorso che richiede tempo. Non lo puoi affrontare con la sola forza di volontà, nè continuando a lamentarti e a piangerti addosso, e nemmeno implorando il tuo carnefice o la tua vittima di cambiare. Non possono farlo se non cambi tu. Ecco perché ti serve tempo e impegno per crescere e trasferirti da un rapporto “prigione” a un rapporto “libero”.

E’ un processo che richiede la tua partecipazione, non quella dell’altro. Non otterrai nulla se continui a credere che è l’altro a “doversi curare”, mentre tu ti limiti ad attendere che torni da te trasformato/a nel Principe Azzurro o in Biancaneve.

Non è così che funziona il Mondo!

Cambia tu per prima/o. Prenditi uno spazio di silenzio in cui guarire da tutte le emozioni e le sensazioni spregevoli evocate dal tuo carnefice o dalla tua vittima. In quello spazio puoi approfittare per guarire dal vuoto, dalla rabbia, dalla tristezza e da tutti quei sintomi ai quali il tuo corpo ti rimanda, per ricordarti che se non cambi tu, ti ammalerai. Inevitabilmente.

L’uscita dal tunnel vittima-carnefice è la strada verso il “vero amore”. Il vero amore per te stessa/o, anzitutto. Vuol dire imparare a sentire l’amore scorrere in ogni distretto del tuo essere. E quando questo miracolo accadrà, allora sarai pronta/o per trovare il “vero amore”, in qualsiasi rapporto tu voglia avere.

Il “vero amore” per un compagno/a non si regge sulla tua marea di bisogni, ma sulla libertà dal bisogno.

Il “vero amore” tra due Esseri Umani fluisce nella libertà dai propri condizionamenti.

A questo livello di frequenza, scoprirai che la vittima o il carnefice erano solo ruoli che la tua Anima stava incarnando per indurti a evolvere. Non ci sarà più un motivo per cui lui o lei debbano incarnare un ruolo nei tuoi confronti e nemmeno tu nei tuoi. E così le maschere della vittima o del carnefice possono ora anche scomparire dalla tua esistenza. Quel che rimane è solo Amore.

Cristina Bastoni

Se ancora nutri dei dubbi sul tipo di relazione che attrai e con le quali cerchi di costruire una relazione, richiedimi una prima consulenza gratuita.